Un discorso Bitcoin ha appena facilitato la sua prima transazione in 10 anni, scatenando discussioni su chi ha tenuto l’attività per un decennio.

Secondo i dati di Blockchain.com, il portafoglio ha preso vita il 1° ottobre, quando il suo proprietario ha spostato 50 BTC attualmente valutati a circa 528.000 dollari.

Il crypto tracker osserva che l’unica altra transazione del portafoglio è del 2010, quando ha ricevuto i 50 BTC il 25 maggio 2010 da „COINBASE (Newly Generated Coins)“, che è un termine per indicare le ricompense minerarie e non si riferisce allo scambio popolare con lo stesso nome. Di conseguenza, i premi minerari nel 2010 erano ancora nella loro fase iniziale di 50 BTC per blocco. Si ritiene che il BTC sia stato inviato al Bitfinex di scambio crittografico.

Qualsiasi trasferimento di Bitcoin nella fase iniziale genera chiacchiere speculative che potrebbero essere di proprietà del misterioso creatore di Bitcoin, Satoshi Nakamoto. Gli analisti della Blockchain stimano che Nakamoto abbia estratto un milione di Bitcoin Freedom, a partire dalla prima ricompensa di 50 BTC per il blocco della genesi del 3 gennaio 2009.

Il recente trasferimento non è il primo Bitcoin dell’era Satoshi a muovere portafogli quest’anno. A maggio, l’interesse ha attraversato il criptoverso dopo un improvviso trasferimento di 50 BTC che non si erano mossi da quando erano stati estratti un mese dopo il lancio del Bitcoin nel 2009.

La società di dati di criptovaluta Chainalysis ha riferito che alcuni dei fondi sembravano aver raggiunto un mixer di criptovaluta. I mixer sono progettati per combinare criptovalute provenienti da varie località nel tentativo di oscurare le tracce e rendere più difficile rintracciare l’origine dei fondi.

Il core developer della Bitcoin, Jimmy Song, ha respinto l’ipotesi che il portafoglio potesse appartenere a Nakamoto, dicendo che era improbabile che quei fondi fossero di proprietà del leggendario creatore della Bitcoin.

Song afferma che i dati della catena di blocchi collegati al Bitcoin in questione mostrano che le monete non sono collegate a blocchi che si ritiene siano stati estratti da Nakamoto.